Ciciarada:Bergamàsch

De Wikipedia
Jump to navigation Jump to search

De vulgari eloquentia[mudìfica 'l sorgènt]

La questione non è proprio così com'è stata posta: Dante, in un periodo in cui non si sapeva se scrivere in volgare o in latino, e con che volgare si dovesse scrivere, fece una critica a coloro i quali intendevano porre il proprio idioma al di sopra degli altri: la soluzione, secondo lui, era di prendere a modello la lingua usata nei componimenti poetici più belli come quelli Bolognesi, Siciliani e di alcuni Toscani, tra cui lui (non era molto modesto, ma aveva ragione): --Eldomm 15:30, 3 mrz 2009 (UTC)

In soldoni: scritto così com'è ora (il motivo per cui Dante dice quel che dice a proposito dei dialetti lombardi è sbagliato) non rende bene l'idea. Io non so il Bergamasco e dunque non posso correggerlo io, chi lo potrebbe fare? Grazie per l'attenzione. --Eldomm 12:52, 6 mrz 2009 (UTC)

Sarebbe meglio lo facesse Aldedogn, visto che il testo era suo. Altrimenti posso provarci io.--Dans 13:01, 6 mrz 2009 (UTC)
Credi che l'important el sia nò chi l'è che 'l farà i modifich necessari, ma che vargun l'i faga. --Eldomm 20:46, 11 mrz 2009 (UTC)