Ho visto un re

De Wikipedia
Va a: navegá, truvá
Chest artícol a l'è scricc in Bergamàsch, ortograféa del Dücat semplificada Lombard oriental


Ho visto un re l’è öna cansù del 1968 cantada dal Enso Janaci, che l’è stacia püblicada come 45 gir e ‘l B side l’è Bobo Merenda, ma l’è dét po’ ‘n del album Vengo anch'io. No, tu no.

La cansù l’è stacia scricia dal Dario Fo e la müşéga l’è del Omicron e gh’è öna versiù cantada ‘nsèma al Cochi e Renato che i canta ‘l ritornèl.

L'è quase töta scricia 'n Italià, ma 'l riornèl de spès l' gh'à dét di tòch 'n milanés.

L’è stacia öna di cansù piö cantade in del 1968, desà che, ach se la sömèa dóma öna cansunèta ‘mpó stüpidèla, l’è ‘n realtà öna satira che la şgrafa bé ‘l potér e i potèncc.

Ol Janaci nel 1969 l' völia portà chèla cansù ché a Canzonissima, ma la Rai ghe l'à mia lasàt fà e l'à döşìt cantà Gli zingari. Gh'è però restàt pròpe mal e sömèa che l' sìes pròpe per chèsto che l'è 'ndacc 'n Süd Áfrega e 'n di Stacc Ünìcc a stödia de cardiochirurgo e l'è stai vià per 4 agn.


Ol video[Mudifega | mudìfica 'l sorgènt]

Àrdel sö http://www.youtube.com/watch?v=SyJ2Jxf0fjk

I parole[Mudifega | mudìfica 'l sorgènt]

Dai dai, conta su...ah be, sì be....
Ho visto un re.
Sa l'ha vist cus'è?
Ha visto un re!
Ah, beh; sì, beh.
Un re che piangeva seduto sulla sella
piangeva tante lacrime, ma tante che
bagnava anche il cavallo!
Povero re!
E povero anche il cavallo!
Ah, beh; sì, beh.
è l'imperatore che gli ha portato via
un bel castello...
Ohi che baloss!
...di trentadue che lui ne ha.
Povero re!
E povero anche il cavallo!
Ah, beh; sì, beh.
Ho visto un vesc...
Sa l'ha vist cus'è?
Ha visto un vescovo!
Ah, beh; sì, beh.
Anche lui, lui, piangeva, faceva
un gran baccano, mordeva anche una mano.
La mano di chi?
La mano del sacrestano!
Povero vescovo!
E povero anche il sacrista!
Ah, beh; sì, beh.
è il cardinale che gli ha portato via
un'abbazia...
Oh poer crist!
...di trentadue che lui ce ne ha.
Povero vescovo!
E povero anche il sacrista!
Ah, beh; sì, beh.
Ho visto un ric...
Sa l'ha vist cus'è?
Ha visto un ricco! Un sciur!
Sì...Ah, beh; sì, beh.
Il tapino lacrimava su un calice di vino
ed ogni go, ed ogni goccia andava...
Deren't al vin?
Sì, che tutto l'annacquava!
Pover tapin!
E povero anche il vin!
Ah, beh; sì, beh.
Il vescovo, il re, l'imperatore
l'han mezzo rovinato
gli han portato via
tre case e un caseggiato
di trentadue che lui ce ne ha.
Pover tapin!
E povero anche il vin!
Ah, beh; sì, beh.
Ho vist un villan.
Sa l'ha vist cus'e`?
Un contadino!
Ah, beh; sì, beh.
Il vescovo, il re, il ricco, l'imperatore,
persino il cardinale, l'han mezzo rovinato
gli han portato via:
la casa
il cascinale
la mucca
il violino
la scatola di kaki
la radio a transistor
i dischi di Little Tony
la moglie!
E po', cus'è?
Un figlio militare
gli hanno ammazzato anche il maiale...
Pover purscel!
Nel senso del maiale...
Ah, beh; sì, beh.
Ma lui no, lui non piangeva, anzi: ridacchiava!
Ah! Ah! Ah!
Ma sa l'è, matt?
No!
Il fatto è che noi villan...
Noi villan...
E sempre allegri bisogna stare
che il nostro piangere fa male al re
fa male al ricco e al cardinale
diventan tristi se noi piangiam,
e sempre allegri bisogna stare
che il nostro piangere fa male al re
fa male al ricco e al cardinale
diventan tristi se noi piangiam!